GIANNI DE TORA

BIOGRAFIA

INDICE GENERALE CONTATTI OFFICIAL SITE  

 

GIANNI DE TORA è nato nel 1941 a Caserta. Nel 1953 si trasferisce a Napoli con la famiglia dove compie gli studi all’Istituto D’Arte e all’Accademia di Belle Arti.
1958-1963 – È interessato alle ricerche scientifiche legate alla spedizione dell’uomo nello spazio e realizza opere pittoriche ispirate a tali argomenti (Gli Astronauti, Morte nello spazio, Amicizia Duemila) e rientranti nella ricerca espressionista che in tale momento analizza ed espone al Premio A. Mancini presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, al Palazzo delle Esposizioni a Roma (1963) in una mostra collettiva. Dopo una investigazione della materia-colore-luce (sabbia + colore ad olio) in relazione all’immagine, realizza opere informali dove il gesto scava il segno sulla superficie incidendo tracce mentali.
1964-1966 – In questi anni inizia la sua attività didattica. Partecipa attivamente al dibattito artistico-culturale in atto a Napoli in particolare alla Libreria Guida dove si organizzano mostre e conferenze con G.Ungaretti, A.Moravia, U.Eco, R..Barthes, G.C.Argan, A.Ginsberg ed altri. Espone in varie mostre di gruppo alternando alla ricerca linguistica l’impegno politico. È presente tra l’altro alla mostra nazionale Arte e Turismo di Ravenna dove riceve il I° premio nonché viene premiato al Premio Nazionale Movimento Artistico Culturale Italiano Napoli, al Premio Città di Napoli, al Premio Nazionale di Benevento e partecipa con successo al Premio Nazionale Posillipo. Mostre personali a Nola (Napoli) nell’ambito del Premio Internazionale Nola ’65 (Galleria La Marionetta) ed alla Galleria Il Centro di Benevento (1966). Legge Kafka e successivamente Freud che influiranno sulla sua visione surrealista.
1967-1968 – Espone in varie mostre collettive tra cui : la II Biennale Nazionale d’Arte di Bolzano, la Perspectives mostra Internazionale di grafica Napoli-Vienna-Praga, viene premiato a Ravenna Premio Club Europeen des Artistes, riceve ad Ancona il Premio Avanguardia alla Biennale Internazionale, partecipa a Firenze al Premio Arno. In questo periodo insegna ad Esperia (Frosinone) dove svolge esperienze di didattica alternativa realizzando scenografie per varie rappresentazioni tra cui Maria Stuarda di Schiller e collaborando con gruppi di teatro sperimentale. Partecipa al Premio Galleria delle Ore a Milano invitato da Marussi, Negri, Reggiani, Tassi, Valsecchi.
1969-1970 – Viene invitato all’ VIII Premi Internacional J.Mirò a Barcellona a cui parteciperà per molte edizioni, viene premiato a Milano al Premio Diomira a cura della Galleria Gianferrari di Milano e partecipa a Napoli alla mostra Grafica Italiana d’Oggi a Palazzo Reale. Soggiorna a Parigi dove partecipa al dibattito artistico-culturale dell’importante momento storico. Viene premiato al Trofeo Città di Napoli ed espone con una personale alla Galleria S. Carlo di Napoli (1970).
1971-1972 – Partecipa alla Triennale M. Sironi a Napoli dove viene premiato, riceve inoltre il I° Premio alla Mostra Nazionale Avanti! . In questo periodo analizza il problema della organizzazione dei segni, deputando la struttura geometrica a campo totale d’indagine. Realizza i contrasti con la tecnica acrilica su tela che espone alla Biennale d’Art Italienne a Parigi ed a Menton e in entrambe le rassegne viene premiato. Soggiorna a Londra dove partecipa ai fermenti culturali di impronta internazionale. Espone in gruppo alla University of London Union. In mostra con le personali alla galleria La Parete a Napoli ed a Sorrento (Napoli) alla Sirena Gallery. Viene premiato a Viareggio (Lucca) nell’ambito del International Grand Prix. È presente a Napoli al Museo Pignatelli nell’ambito della Rassegna d’arte del Mezzogiorno Artisti di Napoli della giovane generazione.
1973 – Instaura un rapporto culturale con le Gallerie Numero e Fiamma Vigo con cui espone in mostre personali a Roma e Venezia e di gruppo nelle Fiere d’arte di Bologna, Dùsseldorf e Basilea. Partecipa alla Exposicion Galeria Pegamins Centro de Arte Contemporaneo di Guadalajara (Mexico) ed alla Exposicion Internacional Museo de Arte Contemporaneo di Buenos Aires. È ancora in mostra a Sorrento (Napoli) con una personale alla Sirena Gallery.
1974-1975- Indaga sulle strutture riflesse che esporrà alla X Quadriennale d’Arte di Roma. Viene invitato al Premio Ricerca Artecom a Roma dove riceve il I° Premio ed è presente tra l’altro con una personale a cura di E. Crispolti. Partecipa alla Rassegna Napoli Situazione ‘75 a Marigliano (Napoli) sempre curata da E. Crispolti e viene premiato al Premio Brunelleschi a Firenze. Analizza le sequenze e studia l’economia delle forme visive primarie. Importanti le sue personali presso la Galleria Inquadrature 33 a Firenze (1974 ) - catalogo con testi di Lara Vinca Masini, Sandra Orienti, Giò Pomodoro, Filiberto Menna -, alla Galleria Arte Studio Ganzerli a Napoli (1975). Cura la rubrica Arteconfronto nella rivista di politica e cultura Inchiesta Contro, viene premiato al Premio Avis di Arezzo.
1976-1977 – Partecipa a Qui sei tu , mostra e azioni negli spazi urbani nell’ambito della Biennale di Venezia e riceve il I° Premio alla III Biennale di Nola (Napoli). In questo periodo, stimolato ad un attivistico impegno politico-culturale di operatività aggregante, favorisce l’incontro con Barisani, Di Ruggiero, Tatafiore, Riccini, Testa e Trapani con cui, su fondamenti di comune interesse culturale fonda il Gruppo Geometria e Ricerca . Con tale sodalizio prende parte ad un intenso programma itinerante di mostre e dibattiti in varie città italiane tra cui: Como Il Salotto - Roma Fiumarte - Benevento Museo del Sannio - Napoli American Studies Center . Varie sono le mostre personali : alla Galleria 9 Colonne di Trento , in collaborazione con la rivista D’Ars di Milano, alla Galleria di Piazza Domenicani a Bolzano, alla Galleria Modulo 4 di Pomigliano d’Arco (Napoli), alla Galleria Il Salotto di Como. Interviene alla Exposicion Sala de Cultura de la Caja de Ahorros de Navarra Diputacion de Pamplona (Spagna).
drang and drop this banner for your site
 
1978 - Espone le Sequenze primarie e le diagonali nelle personali presso la Galleria Variazioni - Galleria delle forme d’arte di Milano e Galleria 2 B International di Bergamo e nelle varie presenze alle collettive tra cui: La pittura italiana d’oggi alla Biblioteca Civica di Saronno.
1979 - 1981 – Studia le relazioni tra opera ed ambiente realizzando le installazioni che saranno esposte : al Museo del Sannio (1980) con il gruppo Geometria e Ricerca, alla personale presso la Galleria Verifica 8 + 1 di Mestre (Venezia) (1981); nel 1979 esce il volume curato da Luigi Paolo FinizioL’Immaginario geometrico” per il gruppo Geometria e Ricerca, è in mostra con una personale alla City Bank di Torino a cura della rivista D’Ars di Milano, a dicembre del 1981 viene pubblicata la sua monografia “Gianni De Tora dell’immagine esatta” a cura di Bruno D’Amore . È presente alla Exposicion Internacional Mail Art Centro de Documentacion d’art actual a Barcellona. In gruppo espone alla Kunsthalle di Vienna con I segni della Geometria .Espone alla Fiera d’Arte di Bari con la Galleria Inquadrature 33 di Firenze a cura di Giuliano Serafini, alla mostra Opera su carta a Sorrento (Napoli) a cura di Luigi Paolo Finizio, alla XVI Bienal de Sao Paolo in Brasile (Nucleus).
1982-1983 – Espone con una personale all’Accademia Pontano di Napoli, realizza opere di Mail-Art e libri d’artista. In questo periodo avverte la necessità di riconsiderare le varie esperienze tecniche e linguistiche fatte in 20 anni di ricerca artistica per cui l’interesse per le tendenze riduttive sono venute a confrontarsi con momenti di ricerca più dialettica in cui convivono l’elementare ed il complesso. Questa nuova fase operativa viene esibita in varie esposizioni personali e collettive tra cui: personale alla galleria Il Brandale di Savona, personale allo Studio Oggetto di Caserta, Plexus al Maschio Angioino di Napoli a cura di Luigi Paolo Finizio, Biennale di Pontevedra Museo Galego (Spagna), Mediarte a Genova, Biennale di Milano, Exempla Campana Pittura Come? alla Galleria Acomearte di Napoli a cura di Vincenzo Perna, personale al Banco di Santo Spirito di Napoli a cura della Rivista D’Ars di Milano.
1984-1986 – Espone nella mostra Sapere-sapore (1985) a cura di Carmine Benincasa al Castello di Baia (Napoli), è presente con le personali agli Antichi Arsenali della Repubblica di Amalfi (Salerno) a cura di Pierre Restany, al Laboratorio di Arti visive di Foggia, alle Sale Comunali Logge Vasari di Arezzo, in gruppo alla Galleria Acomearte di Napoli con la mostra In itinere, Galerie im Bunker a Frankfurt (Germania), personale alla galleria Centrosei di Bari a cura di Santa Fizzarotti, partecipa a varie edizioni delle Fiere d’arte di Bologna e Bari con lo Studio 85 di Napoli.
1987-1988 – Partecipa alla mostra Scritture, pagine ed immagini alla Biblioteca Civica di Milano a cura del Laboratorio 66 di Milano, è presente ancora al Museè de Salon e de La Crau al Salon de Provence in Francia. Espone presso Art Museum of Rauma in Finlandia , al Musèe de Maubege in Francia, al Museu Comarcal de la Carrotxa in Catalunya in Spagna , nella galleria Acomearte di Napoli con la mostra Carte a cura di Michele Sovente, al Premio Camposauro presso la Civica Galleria di Vitulano (Benevento), alla mostra 8+1= 10 presso le Sale Comunali Mestre (Venezia), Disegno Campania 88 presso Morcone (Benevento) a cura di Enrico Crispolti, è presente con una importante personale all’Istituto Italiano di Cultura di Vancouver in Canada.
1989-1990 – Partecipa a Homage a J.Beuys a Dusseldorf (Germania), alla Biennale Internazionale di Valparaiso (Chile), Premio Vancouver in Canada, è presente all’Arte Fiera di Bologna con la mostra Quale segno a cura di Vincenzo Accame con il Laboratorio 66 di Milano, partecipa a La posta in gioco Museo degli Uffizi Firenze con opere di mail-art.
1991-1992 – Espone a La carta dell’artista presso il Castello di Belgioioso a Pavia a cura della Galleria Avida Dollars di Milano; è invitato ad esporre con una personale al Musèe di Saint –Paul de Vence Francia, in collettiva presso The Museum of Instant Image a Chaam (Olanda), al Museo Civico di Gallarate (Varese) per il XVI Premio Gallarate Pagine e dintorni, La posta in gioco alla Galleria Civica di Cagliari , mostra itinerante Sull’orizzonte del Mediterraneo presso l’Istituto Francese Grenoble di Napoli ed all’Ambasciata d’Egitto a Roma a cura di Antonio Filippetti (Arte e Carte) , al Musèe di Ourense in Spagna, al Salone del Libro al Lingotto di Torino Libri d’Artista, alla Biblioteca Nazionale di Roma con la mostra Libri 92- libri d’artista, in mostra con una personale al Centro Polivalente Teatro Dehon a Bologna a cura di Paolo Badini .
1993-1995 – È presente al Museo Civico di Arezzo con Attraverso la seconda metà del Novecento a cura di Enrico Crispolti, in mostra a Roma alla Biblioteca Nazionale con Lapsus libri d’artista a cui parteciperà per altre edizioni, con una importante mostra antologica presso la Galleria Civica d’Arte Moderna di Gallarate (Varese) con una personale alla Galleria Lauter a Mannheim (Germania) nonché partecipa a Monumenti Porte Aperte a Napoli a cura della Fondazione Napoli Novantanove , in mostra personale al Centro Polivalente Dehon di Bologna a cura di Paolo Badini.
1996-1997 – Mostra del Gruppo Geometria e Ricerca -1975- 1980 presso l’Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli. A dispetto delle convinzioni inculcate da una superficiale letteratura, che ha sempre etichettato l’artista come individualista ed egocentrico, con convinzione ha cercato il confronto ed il lavoro di gruppo per cui, oltre al già citato sodalizio di Geometria e Ricerca, prende parte a tutte quelle iniziative che possono stimolare il dialogo, la provocazione estetica con esperienze di aggregazione come il gruppo Gener-azioni (Barisani, De Tora, Di Ruggiero, Spinosa, Manfredi, Lanzione), le cui opere sono in mostra presso il Palazzo della Pretura a Casoria (Napoli) e presso la Biblioteca Comunale di Nocera Inferiore (Salerno) e con il gruppo di Mutandis (De Tora, Panaro, Mautone, Di Giulio, Ricciardi + Puntillo) i Mutan(d)tieri Vesuviani con mostre e performaces al Parco Nazionale del Vesuvio ed al caffè- libreria Eva Luna di Napoli.
1998 – È presente all’Expo Arte di Bari Fiera del Levante con Gener-azioni, a Bergamo con la galleria Di là dal fiume tra gli alberi (omaggio a A . Cavellini) a cura di Martina Corgnati , Omaggio a Pessoa presso il Museo Pessoa di Lisbona a cura di Gino Gini e Fernanda Fedi e Libro 98 libri d’artista alla Fortezza Da Basso a Firenze a cura di Luciano Caruso.
VISITA IL SITO UFFICIALE DELL'ARTISTA
 
1999-2000 – È in mostra con la personale Nuntius 2000 presso Italienisches Kulturinstitut di Munchen (Germania), ancora con la personale L’occhio strabico-the squint eyed presso la Galleria Avida Dollars di Milano con testi di Gillo Dorfles; con il gruppo Gener-azioni è in mostra alla Villa Campolieto di Ercolano (Napoli) e presso la Casina Pompeiana di Napoli; partecipa con la Galleria Avida Dollars di Milano alla Fiera di arte contemporanea Artissima di Torino, alla mostra di Mail-art Shared World presso il National Museum in Sàbac (Jugoslavia); è presente alla manifestazione Segni e colori contro la mafia al Palazzo delle Esposizioni di Roma .
2001-2002 – Con una mostra - incontro tra artisti sloveni ed italiani, a cura di Enzo Di Grazia, ha prodotto opere installate nella collezione del parco d’arte di Sinjii Vrh (Jugoslavia); partecipa a Confluenze mostra collettiva a cura del Centro Culturale Il Campo di Campomarino (Campobasso) , a Riparte 2001 manifestazione all’Hotel Ripa di Roma e presso la Chiesa di San Leone a Pistoia con Mediale in erba mostre a cura della galleria Milan Art Center di Milano; aderisce all’Associazione Sole Urbano per la promozione delle arti visive in Campania e con quest’ultima partecipa alle mostre: Vele d’Artista nelle sale del Castel dell’Ovo in Napoli e sul lungomare di Via Caracciolo in Napoli, rassegna itinerante Noi (Sagome umane dipinte) presentata all’Istituto Francese Grenoble di Napoli , alla Città del Vaticano Roma presso il Pontificio Consiglio della Cultura, all’Auditorium dell’Ex Chiesa di S. Bernardino a Morcone (Benevento) e presso il complesso Monumentale di S.Maria la Nova in Napoli; è presente al Palazzo Doria di Angri (Salerno) con la collettiva Una luce per Sarno manifestazione d’arte organizzata in onore delle vittime dell’alluvione del fiume Sarno, alla collettiva itinerante Nel cuore del Mediterraneo per la rassegna Percorsi d’arte e cultura - incontri internazionali di arte contemporanea invitato dai Comuni di Benevento, Cautano, Foglianise, Moiano, Paolisi, Torrecuso, Vitulano, alla mostra Segnalibri d’artista presso Villa Bruno di S.Giorgio a Cremano (Napoli) ed alla libreria Guida – Merliani in Napoli nella mostra per Luca opere del gruppo Mutandis ; partecipa al MIART di Milano Fiera Internazionale di Arte Contemporanea con la Galleria Milan Art Center di Milano, in scena sue opere al Teatro Sannazzaro di Napoli a cura dell’Associazione Sole Urbano; è presente alla Fiera d’arte Contemporanea ARTISSIMA di Torino con la galleria Avida Dollars di Milano ed alla collettiva Per un orizzonte di intransigente autonomia alla galleria L’Atelier di Napoli a cura di Ugo Piscopo.
2003 – Partecipa alla collettiva In Quadrato alla Galleria MA di Napoli , alla performance Mutandis for Peace nelle Stanze dell’Arte della Libreria Pironti di Napoli con il gruppo Mutandis, alla Fiera Internazionale d’Arte contemporanea MIART di Milano con la Galleria Milan Art Center di Milano; è presente con un intervento interattivo nel padiglione Italia alla 50° Biennale di Venezia, presso l’Archivio di Stato di Firenze in occasione della mostra su Fiamma Vigo e Numero una vita per l’arte a cura dell’Archivio di Stato di Firenze e della Regione Toscana; è in mostra con una personale intitolata The Window alla Galleria Il Pilastro di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) a cura di Giorgio Agnisola , alla collettiva di arte contemporanea per l’apertura della Pinacoteca Massimo Stanzione di S.Arpino (Caserta) a cura di Rosario Pinto, presso il Castello di Belgioioso a Pavia in occasione della mostra Libro d’artista a cura della galleria Arte x Arte di Napoli ed ancora alla mostra Libri d’Artista Italiani a Calimera (Lecce) nonché alla Fondazione Bandera di Busto Arsizio In forma di libro mostre a cura di Gino Gini e Fernanda Fedi del Laboratorio 66 di Milano.
2004-2005 – Al Museo Civico Castelnuovo - Maschio Angioino a Napoli si inaugura la personale antologica, dal titolo '' The world of signs'' ( testi in catalogo di Vitaliano Corbi, Mario Costa, Giulio de Martino, Riccardo Notte) partecipa alla Art Biennal di Londra con lavori di mail-art; è presente con l’opera “Sequenza” del 1980 all’inaugurazione del Museo Bargellini a Pieve di Cento ( Bo); alla collettiva Un disegno per la pace a Città della Scienza (Na); con il MAC di Milano partecipa al Miart 2004 con Camera 312 promemoria per Pierre progetto in memoria di Pierre Restany; al Museo Madì a Dallas (Usa); l’installazione alla fiera Riparte 2004 di Genova, con MAC di Milano, viene premiata dall’ordine degli Architetti come la migliore; alla Università di Siena è presente con l’opera “Nuntius” del 1988; partecipa all’omaggio a Giò Pomodoro organizzato dal Comune di Atessa (Ch); sue sculture sono in mostra al Belvedere di S.Leucio (Ce) per la mostra Struttura/Oggetto; è presente al Miart 2005 con il MAC di Milano “Le ombre del silenzio” in ricordo delle Torri gemelle; partecipa attivamente a Studi Aperti; una sua opera è in dotazione del Museo Cam di Casoria (Na).
2006-2007 – per la festa del 60° anniversario della Repubblica Italiana è invitato dalla Casa del Popolo di Ponticelli (Na) con il Comune di Napoli per l’esposizione di teli d’artista; viene esposto un suo lavoro al Museo Madì a Dallas; partecipa ad Artissima di Torino 2006 nello stand del Pan; 2006 mostra personaleI love Leonardo” alla galleria Pica di Napoli con opere ispirate a Leonardo; viaggio a New York per ispirazione su opere da elaborare; partecipa al Kunstart 2006 fiera di Bolzano; viene citato nel volume di G. Di Genova dedicato alla generazione anni ’40; collettiva al MA-Movimento Aperto di Napoli Dall’informale al Geometrico - percorso dell’astrazione; dopo la sua morte nel giugno 2007 è presente ,con opere dedicate a Pierre Restany, alla 52° Biennale di Venezia con MAC di Milano.
2008-2009 – viene allestita al MA - Movimento Aperto di Napoli la personale America a cura di Dario Giugliano con opere dedicate alla grande mela da lui precedentemente elaborate ed un suo ricordo è organizzato al Comune di Napoli con M.Picone, V.Corbi e D.Gallone; collettiva nei Comuni di Caiazzo (Ce) e Bellona (Ce) a cura di G.Agnisola, F.Lista e C.R.Sciascia; sue opere partecipano alla collettiva Ragionamenti d’amore al MA di Napoli; lavori nella mostra Tracce segniche al Castel dell’Ovo di Napoli con A.Auriemma, C. Di Ruggiero e G.Ferrenti a cura di R.Pinto; ancora nella mostra In-forma geometrica collettiva a cura di R.Pinto e S.Cecere al Maschio Angioino di Napoli viene insignita della medaglia d’oro del Presidente della Repubblica; opere ad Ar-tour di Firenze con installazioni a cura del MAC di Milano (viene premiata l’installazione come miglior allestimento della fiera) ; mostra a Cesano Maderno 1000 artisti a Palazzo a cura di F.Barindelli ,L. Caramel e gruppo Editoriale Mondadori; è presente a Plaza 2009-prima o poi ogni muro cade a Milano organizzata nel ventennale della caduta del muro di Berlino a cura di MAC di Milano.
2010-2011- viene scelta la sua opera Sequenza del triangolo del 1975 per essere esposta al Museo del Novecento istituito a Castel S.Elmo di Napoli a cura di N. Spinosa e A.Tecce; viene donata una sua opera per la collezione del Museo Fondazione Il Sole a Grosseto; per la rassegna Le aule dell’arte, progetto della SUN Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Lettere e Beni Culturali, a cura di G.Salvatori con la Bunker di Casandrino (Na), viene installata nel cortile della Facoltà la scultura Il Labirinto del 2003; nella collettiva a scopo benefico Solidarte 2011 a cura della Guardia di Finanza di Napoli viene donata una sua opera; mostra collettiva di opere per la riapertura della Pinacoteca Comunale di S.Arpino (Ce) a cura di R. Pinto;
2012-2013 – In Segni di libertàa Nonantola (Modena), per le celebrazioni della Festa della Repubblica, vengono esposti i teli d’artista a cura della Casa del Popolo di Ponticelli; in occasione della 8° giornata del contemporaneo a cura della AMACI viene presentato -The world of signs- video presso lo studio Rotella di Napoli, filmato del percorso costruttivo delle opere di arte multimediale elaborate nel 2004 sull’opera Specchio delle mie brame… del 1983; partecipazione al progetto Incendium a cura dell’Associazione Tempo Libero di Napoli per asta di beneficenza in favore della ricostruzione di Città della Scienza.
2013-2014 Si è svolta l'importante concept/exibition antologica "Territorio Indeterminato" che ha visto l'opera del Maestro divisa per decadi (anni '70, anni '80, anni '90 e anni 2000) che ha toccato le città di Napoli, Caserta, Benevento e Roma in collaborazione con l'Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli, la Soprintendenza di Caserta, la Seconda Università di Napoli, la Provincia di Benevento, la Biblioteca Angelica di Roma, la Regione Campania e il Comune di Napoli nonchè numerosi sponsor e la partecipazione di importanti critici quali E.Crispolti, E.Battarra, G.Salvatori, M.A.Picone, E.Galasso. Per il costante interesse dell'artista al dialogo con le nuove generazioni si è ritenuto di invitare inoltre il giovane critico d'arte S.Taccone che ha selezionato quattro giovani artisti operanti in Italia (V.Frattini, S.Manzi, N.Figliolini e N.Peruffo) a confrontarsi con le sue opere e il suo linguaggio. Inoltre nell'occasione è stato presentato il nuovo video redatto dalla Studio Rotella di Napoli con il fotografo L.Basagni intitolato "Oltre". Una sua opera è presente alla collettiva “Il canto e la legge - luce e misura della pittura astratta” mostra collettiva presso lo Spazio Zero11 di Torre Annunziata (Napoli) sede Liceo Artistico Statale ''Giorgio De Chirico'' a cura di Franco Cipriano; nell'ambito della concept exibition TERRITORIO INDETERMINATOall' Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli si presenta ''Gianni De Tora ...tra arte, musica e danza'' per la presentazione ufficiale del cofanetto con CD + libro del musicista Fabrizio Fedele dal titolo “Il sole risplende in Indocina” ispirato dall'opera omonima di Gianni De Tora del 1975 e la performance degli allievi del Liceo Coreutico dello stesso Istituto con proiezione del video ''Labirinti: la luce della ricerca '', l'incontro è dedicato anche alla Lilt Lega Italiana Lotta Tumori; Nel convegno Parola d'artista presso il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali della SUN di Santa Maria Capua Vetere (Ce) nell'ambito del progetto di Gaia Salvatori “Le aule dell'arte” dedicato alla intermedialità dell'arte contemporanea e sue forme di comunicazione viene proiettato il video /performance girato nel cortile degli spazi della Sun da parte degli allievi del Liceo Coreutico dell' Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli nell'opera di Gianni De Tora “Il Labirinto” ospitata dalla suddetta Università con interventi del presidente della Sisca ( Società Italiana di storia della critica d'arte) dr. Sciolla, Stefania Zuliani, Angelo Trimarco, Giuseppe Morra, ed altri;è esposto un suo lavoro alla collettiva Astrattismo Ecumenico a cura di Rosario Pinto nel Complesso Conventuale di S.Antonio a Nocera Inferiore (Sa) ; viene presentata una sua opera a L'arte in vetrina XIII per il Natale 2014 a cura dell'Associazione Storico Borgo S.Eligio in collaborazione con Il Mondo di Suk e Ilia Tufano.
2015- '17 Una sua importante opera degli anni Settanta è in mostra in ARS FELIX - gli anni settanta all'ombra della Reggia presso il Centro giovanile di Aggregazione per l'Arte e la Cultura a Casapesenna (Ce) in un bene confiscato alla camorra organizzato in collaborazione con la SUN Seconda Università di Napoli, Terra Nuova e Agrorinasce, progetto PON finanziato dal Ministero dell'Interno e dalla Regione Campania, comitato scientifico composto da G. Salvatori, G. Agnisola, G. Stanislao, E. Battarra, R. Cioffi e curato da Luca Palermo. Al PAN - Palazzo delle Arti di Napoli, (per il Natale a Napoli 2015 a cura dell' Associazione TempoLibero) viene riproposta la mostra dello storico gruppo Mutandis operante a Napoli tra la fine del 1999 e i primi anni 2000. Un suo libro d'artista degli anni '80 è presente nella mostra itinerante CODEX - la forma del messaggio, svoltasi tra Gaeta, Roma e Napoli a cura della Pinacoteca Comunale di Gaeta con le Associazioni Ma-Movimento Aperto di Napoli e Artefuoricentro di Roma. L' opera “ Le civiltà e i segni ” del 1997 viene donata per il progetto SOS PARTENOPE 100 ARTISTI PER IL LIBRO DELLA CITTA'a cura del portale Il Mondo di Suk di Donatella Gallone e del Comune di Napoli per una operazione di crowdfunding finalizzata alla pubblicazione con traduzione in italiano del Dictionnaire amoureux de Naples (Dizionario amoroso di Napoli) scritto in francese da Jean - Noel Schifano e pubblicato in Francia già dal 2007 ( arrivando alla quarta edizione con l'anno in corso) con una serie di mostre in città tra il Castel dell'Ovo e la Basilica di San Giovanni Maggiore; viene pubblicato l' ATLANTE DELL'ARTE CONTEMPORANEA A NAPOLI E IN CAMPANIA -1966/2016 con presentazione presso il museo Madre di Napoli del volume a cura di Vincenzo Trione coadiuvato da Olga Scotto Di Vettimo, Alessandra Troncone e Loredana Troise - ed. Electa – Madre con una scheda dedicata all'artista. Una sua opera è in mostra ad INCROCI 70 80 90 – presso AT Studio in Piana di Monte Verna (Ce) mostra collettiva a cura di Luca Palermo e Antonello Tagliafierro;
2018 - '19 Spazio, Geometrie del tempo- mostra personale presso il Palazzo delle Arti di Capodrise (Ce) a cura di Michelangelo Giovinale, Tiziana De Tora e Marco Papa; nell'ambito della mostra si è tenuta conferenza su La città visibile: Capodrise contemporanea con la partecipazione tra gli altri della prof.ssa Gaia Salvatori dell'Università Vanvitelli; Una Luce per Sarno - Villa Lanzara del Balzo - Sarno (Sa) - gli artisti piangono Sarno a vent'anni dall'alluvione della cittadina, a cura di Ernesto Terlizzi- le opere dei 165 artisti vengono ospitate in un palazzo storico per diventare collezione permanente; V.Ar.Co. Vanvitelli per l'arte contemporanea - Università Vanvitelli Dipartimento di Lettere e Beni Culturali presso Santa Maria Capua Vetere (Ce) presentazione della collezione di arte contemporanea con donazione delle opere da parte di 31 artisti del territorio tra cui De Tora; CAPODRISE CONTEMPORANEA - LA COLLEZIONE Una pinacoteca nel cuore della città – Palazzo delle Arti di Capodrise (Ce) viene inaugurata la collezione permanente del Palazzo con opere di 25 artisti del territorio.
2019 - 2020 – Si inaugura a Teggiano (Sa) il PARCO DELL'ARTE CONTEMPORANEA NEL VALLO DI DIANO- Opere, idee, progetti, persone dalla collezione del Museo Madre a cura di Andrea Viliani e Silvia Salvati che vede protagonisti grandi artisti in varie sedi espositive tra cui il Castello dei Principi Sanseverino (ora Macchiaroli) e per l'occasione viene donata al Museo Madre Fondazione Donnaregina un'opera del De Tora su tela Le diagonali asimmetriche del 1979 esposta nel Castello Macchiaroli fino al 15 febbraio 2020, l'evento organizzato in occasione di Summer Universiadi 2019 e Matera Capitale Europea della Cultura 2019 è stato promosso dalla Fondazione Donnaregina Napoli e dall'Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania che in questa occasione ha ospitato anche il Terzo Paradiso del grande Maestro Michelangelo Pistoletto; Il videomaker Luca Durand pubblica il video da lui realizzato sull'opera di Gianni De Tora presente a Castel S.Elmo a Napoli nel Museo del Novecento (Sequenza del Triangolo del 1975). questo il link

Sue opere si conservano in Musei e Gallerie pubbliche e private in Italia ed all'estero...

Gallarate, Arezzo, Napoli, Pescia, Ravenna, Roma, Firenze, Milano, Benevento, Matera, Jesi, Sassoferrato, Siena, S.Maria Capua Vetere, Grosseto, Capodrise, Casoria, Barcellona, Madrid, Budapest, Parigi, Londra, New York, Mosca, Belgrado, Stoccolma, Figueres, Praga, Pontevedra, Buenos Aires, Ajax, New Jersey, Saint-Paul de Vence, Maubege, San Paolo, Lisbona, Vancouver, Catalunya, Rauma, Salon de Provence, Los Angeles e molte altre sedi.

Della sua opera di sono interessati i maggiori critici, studiosi e giornalisti italiani e stranieri...

Ada Patrizia Fiorillo, Angela Tecce, Anita Pepe, Angelo De Falco, Antonio Del Guercio, Angelo Calabrese, Arcangelo Izzo, Antonio Filippetti, Angelo Trimarco, Bianca De Fazio, Bruno D’Amore, Carmen Dinota, Ciro Ruju, Claudio Lombardi, Clorinda Irace, Carlo Roberto Sciascia, Carmine Benincasa, Carlo Belli, Corrado Marsan, Daniela Ricci, Donatella Gallone, Dario Giugliano, Ela Caroli, Elio Galasso, Enrico Crispolti, Enzo Battarra, Eleonora Puntillo, Enzo Di Grazia, Filiberto Menna, Floriana Causa, Federica De Vizia, Franco Lista, Francesca Panico, Francesco Vincitorio, Flaminio Guardoni, Franco Cipriano, Gabriele Perretta, Gaia Salvatori, Gillo Dorfles, Gino Grassi, Giorgio Agnisola, Giorgio Segato, Giulio de Martino, Giorgio Di Genova, Giuse Benignetti, Giuliana Serafini, Giuliana Videtta, Gerardo Pedicini, Giorgio Sebastiano Brizio, Heike Marx, Irene Manco, Lara Vinca Masini, Lucia Lamberti, Luciano Marziano, Luigi Paolo Finizio, Luciano Caruso, Lucio d'Alessandro, Lucio Solli, Marco Meneguzzo, M.Maiorino, Maria Carla Tartarone, Manuela Crescentini, Marcello Carlino, Maria Beatrice Crisci, Maria Di Domenico Roccasalva, Mariantonietta Picone Petrusa, Mario Dell’Aglio, Mario Forgione, Mario Radice, Matteo D’Ambrosio, Maurizio Vitiello, Michele Sovente, Michele Buonuomo, Michelangelo Giovinale, Marco Di Mauro, Mario Franco, Mario Costa, Massimo Bignardi, Mirella Armiero, Mirella Bentivoglio, Nicola Scontrino, Nadia Barrella, Olga Scotto di Vettimo, Paola De Ciuceis, Paolo De Luca, Patrizia Varone, Pasquale Esposito, Pierre Restany, Paola Santucci, Renata Caragliano, Riccardo Notte, Roberta Del Vaglio, Rosario Pinto, Raffaella Barbato, Sabine Strerath, Saverio Cecere, Sandra Orienti, Santa Fizzarrotti, Stefania Zuliani, Silvio Zanella, Stella Cervasio, Stefano de Stefano, Stefano Taccone, Susanna Crispino, Salvatore Di Bartolomeo, Tiziana Tricarico, Tiziana De Tora, Tommaso Trini, Ugo Piscopo, William Tode, Vitaliano Corbi, Vincenzo Trione, Vincenzo Accame, Vincenzo Perna, Vittoria Corti e tanti altri.

 

Mentre Lui continua a vivere in un ulivo piantato nelle colline del Sannio...

 

Utenti connessi

 

INDICE GENERALE CONTATTI OFFICIAL SITE  
©Eredi De Tora 2020
web&DTP project: iOdesign FCA /creativeLAB by Renato R. Iannone - Architect and creative designer